Benvenuto in International ISC

Carrello

Live Webinar Serie 2 sul Trattamento del Trauma Psicologico – Ed Tronick, Vittorio Gallese, Ruth Lanius, Janina Fisher, Deb Dana

240,00

5 live Webinar con la traduzione di una interprete professionista

 

Categoria:

Share this product

Descrizione

SOLO 100 POSTI DISPONIBILI

Programmi presto disponibili

 

PRIMO LIVE WEBINAR – Venerdì 4 settembre, 17:00-20:15,

JANINA FISHER,

“Rendere la Psicoterapia virtuale un’esperienza relazionale”

Spesso, clienti e terapeuti ritengono che il contatto di persona sia una condizione imprescindibile per la creazione della relazione terapeutica e della connessione. Tuttavia, in un mondo in cui il coronavirus impone il rispetto del distanziamento sociale, questo punto di vista non è di grande aiuto. L’incapacità di sentirsi emotivamente connessi all’interno di uno spazio virtuale non è causata dalla terapia online, ma ha origine dal fallimento della permanenza dell’oggetto all’interno delle relazioni di attaccamento precoci. La permanenza dell’oggetto ci permette di interiorizzare le persone più vicine a noi e di avere la certezza che a quest’ultime importi di noi anche se siamo distanti da loro o quando vi è un cambiamento dello stato emotivo. Anziché focalizzarci sul senso di perdita e sulla delusione, possiamo servirci di questa situazione difficile per aiutare i nostri clienti a sviluppare un maggiore senso di permanenza dell’oggetto.

 

SECONDO LIVE WEBINAR – Venerdì 18 settembre, Seconda serie sul trauma, 16:00-19:15,

ED TRONICK,

Creazione di significato su molteplici livelli, regolazione relazionale e stress

L’importanza fondamentale della creazione di significato per gli esseri umani – sia rispetto a sé stessi in relazione al mondo umano e a quello inanimato, che rispetto alla relazione con il proprio Sé – è esemplificata con chiarezza dal paradigma del volto immobile o Still-Face. Le scoperte relative al paradigma Still-Face hanno dimostrato che la creazione di significato è un processo dinamico, che coinvolge molteplici strutture cerebrali, nonché diversi sistemi psicobiologici e neurosomatici. Se, da un lato, i significati possono – e, di fatto, sono – creati a livello endogeno, dall’altro lato è opportuno sottolineare che, solitamente, i significati vengono co-creati insieme a un altro soggetto all’interno di uno scambio attivo di informazioni. Tale scambio è caotico: è caratterizzato, infatti, dalla presenza di abbinamenti di significati talvolta male assortiti, nonché dalle relative riparazioni.

Una creazione di significato eseguita con successo determina un’espansione della coscienza e genera legami di attaccamento e relazioni, nonché resilienza e fiducia. Al contrario, un fallimento relativo alla creazione di significato riduce e comprime la coscienza, generando sfiducia e fragilità. Per chiarire ulteriormente tale concettualizzazione, durante il webinar sarà illustrata l’attività di ricerca condotta da Ed Tronick sugli esseri umani in molteplici ambiti, tra cui la genetica, la fisiologia, le emozioni, l’epigenetica, la relazione caretaker-bambino e le interazioni in età adulta. A questo proposito, saranno presentati esempi tratti dal suo nuovo libro (“The Power of Discord: Why the everyday ups and downs of relationships are the secret to building intimacy, resilience and trust“). Durante il webinar saranno mostrati, inoltre, filmati relativi al paradigma Still-Face negli infanti, nei bambini e negli adulti, in modo da approfondire ulteriormente gli argomenti trattati.

Dal punto di vista clinico, i partecipanti impareranno:

  1. Come avviene la creazione di significato all’interno di molteplici sistemi psicobiologici o neurosomatici che operano al di fuori della consapevolezza.
  2. Che una terapia realmente efficace implica la necessità di lavorare con molteplici sistemi anziché con un’unica modalità; impareranno, inoltre, che anche una modalità “manualizzata” potrebbe presentare un meccanismo di azione sconosciuto.
  3. Che il processo caotico – basato sull’alternanza tra accoppiamenti ben assortiti, mal assortiti e riparazione – relativo alle interazioni (compresa quella terapeutica), è il meccanismo all’origine del cambiamento e della crescita.
  4. A valutare una possibile concezione del “trauma” come conseguenza di un fallimento cronico, ininterrotto, della riparazione, anziché come risultato di eventi traumatici.
  5. Che un lavoro terapeutico di successo implica necessariamente fallimenti e opportunità di riparazione, affinché l’individuo cambi il significato che attribuisce a sé stesso rispetto al mondo animato e inanimato.

 

 

TERZO LIVE WEBINAR – Venerdì 9 ottobre, Seconda serie sul trauma, 16:00-19:15,

RUTH LANIUS,

Superare i momenti più difficili nel trattamento del trauma: verso la reintegrazione del Sé

Durante il webinar saranno analizzate – da un punto di vista clinico e neurobiologico – le principali sfide che i terapeuti si trovano spesso ad affrontare nell’ambito del trattamento del trauma. Attraverso numerosi esempi di casi clinici, saranno descritte diverse strategie pratiche per gestire queste difficoltà. Inoltre, saranno presentati e dimostrati, ancora una volta attraverso esempi clinici, specifici interventi terapeutici integrativi finalizzati a reintegrare il Sé attraverso la risoluzione dei sintomi più importanti, come il rivivere flashback, l’udire voci dissociate, l’automutilazione e l’incapacità di tollerare le emozioni positive. La capacità di intervenire più efficacemente su questi sintomi così difficilmente gestibili aiuterà i terapeuti a sentirsi più competenti e a ridurre il rischio di burn-out.

Obiettivi formativi del webinar del 9 ottobre

1. Descrivere casi clinici che fungano da esempio e aiutino i terapeuti a gestire – adottando un approccio integrativo – comportamenti sintomatici come il rivivere flashback, l’udire voci dissociate, l’automutilazione e l’incapacità di tollerare le emozioni positive.

2. Esaminare in che modo queste tecniche terapeutiche possono ridurre il rischio di burn-out nel terapeuta.

 

QUARTO LIVE WEBINAR – Venerdì 30 ottobre,  16:00-18:00, 

VITTORIO GALLESE

L’impatto del trauma in età giovanile sul riconoscimento e la regolazione delle emozioni: Il lavoro svolto in Sierra Leone

 

QUINTO LIVE WEBINAR, SABATO 14 NOVEMBRE  16:00-19:15,

DEB DANA  

Creare una storia di sicurezza: una guida Polivagale alla connessione

 

Reviews

There are no reviews yet.

Be the first to review “Live Webinar Serie 2 sul Trattamento del Trauma Psicologico – Ed Tronick, Vittorio Gallese, Ruth Lanius, Janina Fisher, Deb Dana”

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta i cookie" permetti il loro utilizzo. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi