Benvenuto in International ISC

Carrello

Offerta!

ENACTIVE TRAUMA THERAPY: AUMENTARE IL POTERE D’AZIONE DEI SOGGETTI TRAUMATIZZATI con Ellert Nijenhuis

300,00 200,00

DATA: 14-15 NOVEMBRE 2020

QUOTA D’ISCRIZIONE

Tariffa standard: 300 euro 

Tariffa Early Bird (entro il 31 Luglio): 200 euro

POLITICA DI CANCELLAZIONE
Qualora la registrazione venisse cancellata, verranno applicati i seguenti criteri: per cancellazioni entro tre mesi dall’inizio dell’evento, il rimborso sarà pari al 60% della quota versata;  per cancellazioni entro due mesi dall’inizio dell’evento, il rimborso sarà pari al 30% dell quota versata;  se la cancellazione non verrà effettuata entro i termini sopra indicati, non sarà garantito alcun rimborso.

 

Share this product

Descrizione

 

La Enactive Trauma Therapy è direttamente influenzata dal cosiddetto “enactive appro-ach”, presente in ambito filosofico, psicologico e biologico. Secondo questo approccio, i soggetti traumatizzati, come chiunque altro:

• Sono essenzialmente inseriti e integrati all’interno del proprio ambiente;

• Sono dei sistemi organismo umano-ambiente, finalizzati al raggiungimento di un obiettivo, che puntano a preservare la propria esistenza e lottano per riuscirci;

• Sono sistemi affettivi primari, orientati all’attribuzione di un senso alle cose;

• Creano, mettono in atto (enact) un Sé e un mondo mentali e fenomenici, nonché un Sé-che-fa-parte-di-questo-mondo;

• Acquisiscono conoscenze principalmente attraverso le loro azioni sensomotorie, orientate al raggiungimento di un obiettivo e aventi una connotazione affettiva.

Da questa prospettiva, il trauma viene concepito come una ferita inferta all’intero siste-ma organismo umano-ambiente. L’essenza del trauma è costituita da una mancanza di integrazione delle diverse dinamiche associate al desiderio e agli sforzi per ottenere qualcosa: quelle che riguardano il desiderio di vivere la propria quotidianità e di evitare tutto ciò che viene percepito come una minaccia (in particolare le memorie traumatiche) e quelle relative al desiderio di difendere l’integrità del corpo. Nei disturbi dissociativi, queste dinamiche si trasformano in diversi sottosistemi dis-sociativi consapevoli e auto-consapevoli, che creano il proprio Sé e il proprio mondo mentali e fenomenici, nonché il proprio Sé-che-fa-parte-di-questo-mondo. Abusi in-fantili cronici, maltrattamenti e trascuratezza emotiva sono comunemente associati a tre sottosistemi dissociativi prototipici o “parti”: Parte Apparentemente Normale, Parte Emotiva Fragile, Parte Emotiva Controllante. Queste parti tendono a temersi, svalutarsi e rifiutarsi a vicenda. Oltre alle fobie nei confronti dell’attaccamento, dell’emozione e delle memorie traumatiche, le fobie sviluppate dalle parti dissociate l’una nei confronti dell’altra mantengono l’organizzazione dissociativa dell’individuo traumatizzato. La Enactive Trauma Therapy tenta di colmare il deficit integrativo e si basa su una conce-zione del paziente e del terapeuta come due sistemi organismo-ambiente che co-creano un mondo comune e che desiderano e lottano per raggiungere risultati comuni. Insieme, paziente e terapeuta danno vita a nuove azioni e significati. La loro collaborazione e il loro modo di comunicare somigliano a una danza: devono trovare il giusto ritmo, sintonizzar-si, tenere il tempo, essere sensibili all’equilibrio e al movimento; devono avere coraggio, nonché la capacità e la volontà di seguire e condurre l’altro. Più gli individui subiscono azioni dall’esterno e vengono influenzati da cause esterne, più restano in balia dei propri impeti e soffrono. Invece, più sono padroni di loro stessi, più agiscono; più agiscono, più sono in grado di provare gioia. La gioia, quindi, segnala un aumento del potere d’azione dell’individuo, che costituisce l’obiettivo principale della Enactive Trauma Therapy.

 

OBIETTIVI DEL WORKSHOP

I partecipanti impareranno a conoscere – a livello esperienziale e cognitivo – le principali idee, gli obiettivi, i principi e i metodi alla base della Enactive Trauma Therapy. Inoltre, identificheranno il focus di questo approccio terapeutico, ossia i desideri e gli sforzi con-flittuali degli individui traumatizzati, nonché la creazione di un nuovo significato a livello affettivo e sensomotorio. In questo contesto, i partecipanti avranno l’opportunità di capire in che modo l’enactive approach può costituire un’alternativa ai modelli mentali e di vita rappresentativi, centrati sulla cognizione e sull’elaborazione delle informazioni. Possono partecipare al workshop: psicoterapeuti, psicologi, psichiatri e tutti i profes-sionisti della salute mentale, soprattutto coloro che si occupano di persone abusate, mal-trattate, vittime di trascuratezza emotiva. Per incrementare significativamente la capacità di apprendimento durante il workshop, si consiglia la lettura
del libro “The Trinity of Trauma: Enactive Trauma Therapy

 

LETTERATURA DI RIFERIMENTO:

Nijenhuis, E.R.S. (2015). The trinity of trauma: Ignorance, fragility, and control. Volume I: The emerging concept of trauma; Volume II: The concept and facts of dissociation in trauma. Göttingen: Vandenhoeck & Ruprecht.

Nijenhuis, E.R.S. (2017). The trinity of trauma: Ignorance, fragility, and control. Volume III, Enactive trauma therapy. Göttingen: Vandenhoeck & Ruprecht.

Van der Hart, O., Nijenhuis, E.R.S., & Steele, K. (2006). The Haunted Self: Structural dissociation and the treatment of chronic traumatization. New York/London: Norton. Edizio-ne italiana: Fantasmi nel sè. Trauma e trattamento della dissociazione strutturale. Raffaello Cortina Editore.

METODI:
SESSIONI TEORICHE, DIMOSTRAZIONI VIDEO, ROLE-PLAY, CONFRONTO CON I PARTECIPANTI.


Ellert R.S. Nijenhuis, Ph.D.

è uno psicologo, psicoterapeuta e ricercatore che, per oltre trent’anni, si è oc-cupato della diagnosi e del trattamento di pazienti gravemente traumatizzati. I principali ambiti su cui scrive e tiene svariate presentazioni sono la dissociazione trauma correlata e i disturbi dissociativi. Il Dott. Nijenhuis ha avviato uno studio bio-psicologico dei disturbi dissociativi complessi, di cui continua ad occuparsi. Inoltre, lavora come consulente presso Clienia Littenheid, in Svizzera. Le sue pubblicazioni teoriche, scientifiche e cliniche comprendono: “La Dissociazione Somatoforme” (edito da Astrolabio Ubaldini); “Fantasmi nel sé. Trauma e trattamento della dissociazione strutturale” (edito da Raffaello Cortina Editore), di cui è co-autore insieme a Onno van der Hart e Kathy Steele. I primi due volumi della recente trilogia “The Trinity of Trauma: Ignorance, Fragility, and Control” sono stati pubblicati nel 2015, mentre il terzo volume “Enactive Trauma Treatment” è stato pubblicato nell’aprile del 2017. La Società Internazionale per lo Studio del Trauma e della Dissociazione ha conferito al Dott. Nijenhuis numerosi riconoscimenti, tra cui il Lifetime Achievement Award. Sito web: www.enijenhuis.nl (l’iscrizione al sito è gratuita; una volta iscritti, è possibile accedere ad articoli scientifici e clinici sulla traumatizzazione cronica e la dissociazione).

 

Reviews

There are no reviews yet.

Be the first to review “ENACTIVE TRAUMA THERAPY: AUMENTARE IL POTERE D’AZIONE DEI SOGGETTI TRAUMATIZZATI con Ellert Nijenhuis”

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta i cookie" permetti il loro utilizzo. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi